Annemarie Hase

Share Button

Berlino, 14 Gennaio 1900 – Berlino, 22 Febbraio 1971
Attrice, artista di Kabarett, cantante.

Annemarie Hase

Annemarie Hase

Annemarie Hirsch debuttò come attrice a Osnabrück, prendendo subito il cognome d’arte Hase.

Il suo primo impegno in veste di artista di Kabarett risale al 1921, quando si esibì sul palco del secondo Schall und Rauch e, poco dopo su quello del Wilde Bühne. Da quel momento, le due carriere legate al teatro e al cabaret proseguirono costantemente in parallelo, con diverse incursioni anche nel cinema (tra gli altri, partecipò a Mysterien eines Frisiersalons con Karl Valentin).

Iniziò quindi a delinearsi il personaggio cabarettistico di Annemarie Hase: lo stereotipo della donna del popolo, interessata soprattutto alla sua quotidianità e alla vita di quartiere, intelligente e dalla battuta pronta. Nel corso della sua carriera, il personaggio ebbe il giusto completamento musicale grazie alle canzoni scritte appositamente da Leo Heller, Friedrich Hollaender, Erich Kästner (che per lei scrisse Ankündigung einer Chansonette), Klabund, Walter Mehring.

Tornando alle sue tappe professionali, Annemarie Hase recitò nelle riviste di Hollaender Lanterna Magica (1926) e Das bist du (1927). Poi, negli anni successivi, tornò a esibirsi in alcuni dei più celebri cabaret berlinesi del tempo: il Tingel Tangel Theater (1931), il Küka, il Wespen, il Katakombe (tra ’30 e il ’31), il Brücke (1931). In questo periodo registrò anche An allem sind die Juden schuld (Gli ebrei sono colpevoli di tutto) una canzone di Hollaender che, sulle note della Habanera della Carmen di Bizet, ironizza amaramente sul modo in cui i nazisti colpevolizzavano gli ebrei di qualunque cosa. Al contempo, calcò i palchi dei teatri di Monaco di Baviera, Stoccarda, Amburgo e, naturalmente, Berlino.

Nel 1936, a causa della persecuzione nazista, fu costretta a trasferirsi nel Regno Unito, dove partecipò alla scena dell’Exilkabarett (gli spettacoli e i locali creati dagli esuli tedeschi in fuga dal nazismo, in Austria, Svizzera, Paesi Bassi, Cecoslovacchia, Francia, ecc,  mantenendo comunque il più possibile l’identità del Kabarett originale), nel locale Kleinen Bühne.

Dopo l’inizio della guerra, collaborò con la BBC, interpretando la voce tedesca di “Frau Wernicke”: il personaggio di una trasmissione molto popolare, che affrontava l’attualità vista dall’occhio della gente comune, con battute ironiche e taglienti, che spesso prendevano di mira i nazisti.

Tornata in patria nel 1948, Annemarie Hase fece parte del  Berliner Ensemble dal ’49 al ’61, poi del Deutsches Theater. Dal 1955, riprese anche a calcare le scene dei cabaret al Palast-Brettl (sotto il Friedrichstadt-Palast, dove precedentemente c’era il secondo Schall und Rauch).

Qui di seguito, la registrazione originale di An allem sind die Juden schuld, con la nostra traduzione a video.

[I testi di questa opera, se non diversamente indicato, sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 3.0 Unported in Italia.]

Share Button